LA RACCOLTA DELLE OLIVE

La raccolta va dai primi di ottobre alla metà di novembre quando le olive hanno raggiunto la giusta invaiatura, cioè inizio maturità (raccogliamo le olive ancora verdi per avere una più elevata qualità anche se la resa in olio è minore). La raccolta avviene mediante "Brucatura", che consiste nello staccare a mano le olive dai rami con l'ausilio di scale. La Brucatura è il sistema di raccolta tradizionale che meglio protegge l'albero ed il frutto.

Finito un albero si passa al successivo. Nel frattempo due di noi convogliano le olive raccolte al centro delle reti ed effettuano una prima defogliazione a mano. Le olive vengono messe in cassette aerate e lasciate all'ombra sotto l'albero.

IL LAVORO DIETRO LE QUINTE

LA CONCIMAZIONE

Le piante, per vivere, oltre che del sole e dell'acqua hanno bisogno della terra. Non solo per mettere radici ma anche perchè dal suolo ricevono nutrimento, veicolato dall'acqua.

A sua volta la terra, per mantenersi fertile, ha bisogno di concimi che le danno un buon apporto di sostanze nutrienti.

Utilizziamo solamente concime di natura organica (letame), in rispetto alle norme che regolano la coltivazione Biologica.

Nella concimazione è importante l'epoca e le modalità di somministrazione.

Lavoriamo i nostri terreni con la fresa (macchina che frantuma il terreno solo in superficie) allo scopo di asportare le erbacce, attivare la respirazione delle radici delle piante, aumentare la massa di terra attorno alla pianta.

Eseguiamo una prima concimazione tra gennaio e febbraio, una seconda tra ottobre e novembre.

Si concima sotto chioma. 

LA POTATURA 

gioca un ruolo importante nel tenore della produzione, poiché le piante di ulivo, e particolarmente quelle di Tonda Iblea, tendono naturalmente ad essere fruttifere ad anni alterni. Tramite un'accorta strategia, è stato possibile suddividere gli uliveti in due zone, così che l'una sia produttiva quando l'altra è infruttifera.  Solo così ci è possibile soddisfare ogni anno le richieste dei nostri clienti. 

Curiamo personalmente la potatura dei nostri alberi.  Lo scopo di una corretta potatura è:

  • asportare i rami vecchi e secchi per rinnovare la pianta e favorire lo sviluppo delle branche fruttifere;
  • mantenere la piena efficienza della chioma;
  • intervenire modellando la forma della pianta per regolarne la crescita ed il portamento in base alle esigenze colturali;
  • distribuire in modo omogeneo e corretto l'illuminazione sulle varie parti della chioma.